I COLLOQUI D’AMORE CON MAMRE

Lunedì, 22 Ottobre, 2018 - 10:48

Giovedì 18 ottobre abbiamo realizzato la serata dei Colloqui d’Amore in collaborazione con Mamre Onlus all’interno della nuova sede in ristrutturazione nel quartiere Regio Parco di Torino.

I Colloqui d’Amore sono storie, idee e pensieri. Progetti comuni. Confronto dialettico aperto al pubblico. I confronti pubblici si chiamano Colloqui d’Amore perché in fin dei conti si tratta, ancora una volta, di partire dalla vecchia pratica del film di Pasolini. Ma anche perché il confronto dialettico ormai genera solo discussione, contrasto e comizi d’odio. Si tratterà quindi di riportare in vita ciò che è stato dimenticato ovvero l’antica pratica teatrale che è la meditazione sociale.

Così sarà sostituito lo scontro dialettico con la narrazione. Nei prossimi mesi la nuova sede sarà completamente riqualificata con un’apertura ufficiale prevista nel 2019. L’Istituto ha collaboratori fin dalla sua nascita con gli operatori e i mediatori di MAMRE Onlus, un centro di etnopsichiatria fondato da Francesca Vallarino Gancia e Giuliana Galli, insieme a un équipe multidisciplinare composta da 45 operatori tra psicologi, psicoterapeuti, antropologi, sociologi, mediatori culturali etno-clinici ed arte terapeuti.

Per conoscere le attività cliniche e sociali ecco il sito: www.mamreonlus

Tipologia News
Relazione Progetto

Leggi altre news

pubblicato il 24/06/2020

Paolo Cecchetto ci ha scritto questo.
Ci sembra un bel contributo al dibattito che si sta sviluppando, e che speriamo continui, nel mondo del teatro.

Perché il mondo si è riempito di fedeli che chiedevano la…

pubblicato il 06/05/2020

Prima di tutto ringraziare. 
Grazie alle tantissime persone che continuano a condividere, commentare e criticare il documento “riAprire i teatri”.
Grazie a due maestri che ci hanno incoraggiato con parole bellissime: Eugenio Barba e Giuliano Scabia. Ringrazio loro insieme a tutti…

pubblicato il 30/04/2020

Un’idea per riaprire il Teatro Carignano di Torino e tutti gli altri teatri d’Italia, specialmente quelli storici: aprirli e tenerli aperti tutto il giorno e, venerdì e sabato, anche la notte. Aprirli veramente. Finora i teatri erano chiusi per la maggior parte del…