RIPRENDONO I LABORATORI SULLA CONSAPEVOLEZZA NELLE SCUOLE SUPERIORI DI TORINO

Lunedì, 12 Novembre, 2018 - 10:15

Da gennaio a maggio 2018 abbiamo coinvolto ragazzi e ragazze delle Scuole Superiori di Torino e del contesto piemontese per la costruzione dello spettacolo “Cuore / Tenebra” dal 22 maggio al 10 giugno 2018 (regia di Gabriele Vacis e allestimento di Roberto Tarasco) presso il Teatro Carignano di Torino. Gli studenti e gli insegnanti oltre a essere stati coinvolti nel percorso dello spettacolo legato all’acquisizione di strumenti professionali del “fare teatro”, hanno ricevuto una formazione volta ad acquisire consapevolezza di sé, degli altri, della società e dell’ambiente circostante. Nel caso di “Cuore / Tenebra” questo metodo si è rivolto alla costruzione artistica, l’obiettivo primario è stato lo sviluppo della relazione: saper stare consapevolmente in relazione con gli altri. In scena come nel quotidiano. Inoltre le Classi e il pubblico hanno avuto l’occasione di prendere parte alle “lezione pubbliche” con i maestri invitati a tenere un breve intervento sulle tematiche legate alla scuola. Tra gli ospiti: Mauro Berruto, Pietro Buffa, Aldo Cazzullo, Lella Costa, Alessandro D’Avenia, Maurizio Ferraris, Suor Giuliana Galli, Marco Lodoli, Enrico Palandri, Domenico Quirico, Remo Rostagno, Benedetta Tobagi, Marco Vacchetti. Le scuole coinvolte: Liceo D’Azeglio (Torino), Liceo Gobetti (Torino), Primo Liceo Artistico (Torino), Istituto Boselli (Torino), Istituto Russel Romo (Torino), Istituto VIII Marzo (Settimo), Convitto Carlo Alberto (Novara).

Da settembre a dicembre 2018 diverse scuole superiori di Torino e Piemonte, alcune incontrate con il precedente progetto Cuore/Tenebra e altre nuove, hanno confermato il proseguimento di un nuovo ciclo di laboratori settimanali ampliando il numero degli studenti da incontrare.

Il percorso parte dai problemi dell’integrazione interculturale e delle difficoltà che si incontrano nella classe; attraverso i racconti delle singole esperienze ed il confronto tra gli studenti si cercherà di andare all’essenza di due meccanismi cardine delle dinamiche di integrazione e lotta al disagio: la paura ed il sentirsi al sicuro. A partire da questi macro-temi i ragazzi racconteranno le proprie storie nel rispetto della sensibilità individuale e collettiva. L’intento finale del progetto è l’attivazione di una nuova modalità di condivisione dei processi di sviluppo culturale e sociale, attraverso il racconto delle esperienze personali delle persone che compongono l’identità di questa città (allievi, docenti, collaboratori scolastici, genitori), indipendentemente dalla loro età, provenienza o mestiere.

Le scuole coinvolte per l’anno 2018/2019: Liceo Gobetti (Torino), Liceo D’Azeglio (Torino), Istituto Boselli (Torino), Istituto Russel Moro (Torino), Istituto Majorana (Moncalieri), Istituto VIII Marzo (Settimo), Convitto Carlo Alberto (Novara).

Tipologia News
Relazione Progetto

Leggi altre news

pubblicato il 14/04/2019

ANGELA ALBANESE | La scoperta dell’identità – ha scritto Édouard Glissant nel suo libro dal bel titolo Poetica della relazione – non può essere solo scoperta delle proprie radici, se si intendono le radici come uniche, come «ceppo che assume tutto su di sé e uccide…

pubblicato il 05/04/2019

Sabato 6 aprile, dalle 10.45, ci sarà la performance aperta al pubblico insieme al gruppo di Zerofavole in collaborazione con l'Istituto. La performance sarà l'esito di un percorso laboratoriale avviato in questi mesi che ha visto il coinvolgimento attivo di studenti e…

pubblicato il 23/03/2019

Abbiamo portato i "Colloqui d'Amore" alla Casa delle Storie di Reggio Emlia. Un nuovo spazio che grazie al Teatro dell'Orsa prende vita dopo quindici anni di esperienza nella progettazione culturale in collaborazione con scuole,  biblioteche, centri di accoglienza, di…