DIARIO DI BORDO

“Cuore/Tenebra” in debutto dal 22 maggio al 10 giugno al Teatro Carignano di Torino

“Cuore” è un viaggio fino agli estremi confini del bene. “Cuore di tenebra” è un viaggio fino agli estremi confini del male. Il Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale produce questa “migrazione” tra De Amicis e Conrad, che prosegue e amplifica i risultati del percorso artistico che Gabriele Vacis ha realizzato negli ultimi anni, con R&J Links, Cerchiamo Bellezza, Amleto a Gerusalemme. Cuore/Tenebra (per la regia di Gabriele Vacis e l’allestimento di Roberto Tarasco) sarà il primo esito spettacolare che nascerà dall’Istituto di Pratiche Teatrali per la Cura della Persona. Il progetto prevede inoltre un ciclo di “lezioni” con i “maestri” invitati a incontrare le Classi delle Scuole Superiori coinvolte all’interno dello spettacolo.

Read More

Diventare grandi e – positivamente – riconoscibili: su Elementi di struttura del sentimento (1985) – seconda parte

Elementi di struttura del sentimento non fu soltanto il frutto di un’articolata riflessione teorica – che abbiamo sintetizzato nella prima parte dell’approfondimento dedicato a questo spettacolo – ma altresì il “luogo” in cui si coagularono armoniosamente – ricorda Roberto Tarasco – «molti aspetti: narrativi, coreografici, scenografici, scenofonici, illuministici, inclusivi, che hanno caratterizzato da quel momento la nostra cifra stilistica».

Read More

La nuova edizione del Festival dell’Europa Solidale e del Mediterraneo

Da venerdì 27 aprile a domenica 29 aprile 2018, nell’isola di Ventotene, arriva il Festival dell’Europa Solidale e del Mediterraneo curato da Abdullahi Ahmed (cittadino italiano di origini somale) per sfidare i pregiudizi sulle migrazioni. Lo scorso anno abbiamo collaborato come Istituto di Pratiche Teatrali per la Cura della Persona alla realizzazione della sua prima edizione a Settimo Torinese.

Condividiamo il programma completo del festival organizzato da associazione A.M.M.I. (Associazione Multietnica Mediatori Interculturali) con ACMOS, LVIA, Global Shapers Turin, Associazione EquiLibri d’Oriente, Arte Migrante, Associazione Mosaico Azioni Rifugiati, Comitato Tre Ottobre, Associazione architetti migranti, Fondazione comunità solidale onlus. Con il patrocinio del Comune di Ventotene e il contributo di Compagnia di San Paolo.

Dalla presentazione ufficiale, il festival si presenta come “un racconto collettivo di pratiche vincenti per superare razzismo e discriminazione con l’obiettivo di promuovere una cultura europea fondata sui valori della pace e dell’accoglienza. Il Mediterraneo è da sempre un crocevia di culture che nell’Incontro hanno saputo dare vita alle più grandi innovazioni che l’umanità abbia conosciuto. Il nostro mare, che unisce, è però anche teatro di una grande tragedia umanitaria: sono migliaia le persone che non godendo della libertà di movimento e del diritto di intraprendere un viaggio sicuro verso il continente Europeo, rischiano quotidianamente la propria vita in un tragitto lungo ed incerto.” (…) “La scelta del luogo non è casuale: si tratta di un luogo simbolico per il sogno europeo”.

Read More

Colloqui d’Amore nel quartiere Sassi/Borgata Rosa (Torino)

Martedì 24 aprile 2018, alle 20.30, presenteremo invece una prima versione pilota dei “Colloqui d’Amore” nel quartiere Sassi/Borgata Rosa (Str. al Traforo di Pino, 20 – Torino) in collaborazione con Comitato di Quartiere Borgata Rossa-Sassi, Coop. Le Soleil, Gruppo Volontariato Vincenziano. A partire dal coinvolgimento diretto delle comunità migranti e della cittadinanza di quartiere, i “Colloqui d’Amore” saranno storie, idee e pensieri. Progetti comuni. Confronto dialettico aperto al pubblico.

Un tempo e uno spazio con regole molto precise che ti permettono di fare e di dire veramente quello che vuoi. Dove per “quello che vuoi” si intende quello che non hai mai detto veramente e che hai sempre voluto dire. Questi nostri confronti pubblici si chiamano “Colloqui d’Amore” perché in fin dei conti si tratta, ancora una volta, di partire dalla vecchia pratica del film di Pasolini. Ma anche perché il confronto dialettico ormai genera solo discussione, contrasto e comizi d’odio.  Si tratterà quindi di riportare in vita ciò che è stato dimenticato ovvero l’antica pratica teatrale che è la meditazione sociale. Così sarà sostituito lo scontro dialettico con la narrazione.

Durante la serata saranno proiettati i video-colloqui dei giovani migranti della Coop. Le Soleil. Saranno presenti Gabriele Vacis e Roberto Tarasco (ISTITUTO), Adramet Barry (ASSOCIAZIONE NAKIRI), Ervin Anselmo (COOP. LE SOLEIL). Visto il numero ristretto di posti, chiediamo l’invio di una mail in caso di interesse alla partecipazione: awareness@teatrostabiletorino.it

Videoreport dai laboratori migranti a Valenza (AL)

Proseguono i laboratori migranti a Valenza (AL) a cura di Valenza Teatro Social Club e Officine Gorilla insieme ai giovani migranti di Kaizencoop. Un nuovo video di Walter Zollino in cui si raccontano i frammenti delle ore passate insieme, ogni settimana al Teatro Sociale di Valenza.

Che cosa significa davvero “progettare”? Su Elementi di struttura del sentimento (1985) – prima parte

La chimica posta in dialogo con la letteratura e con la vita era alla base di Esercizi sulla tavola di Mendeleev: un confronto originale e fertile di sviluppi inattesi che Laboratorio Teatro Settimo continua a esplorare nello spettacolo successivo – che segna anche, con quel premio Ubu orgogliosamente conquistato, la decisa affermazione della compagnia nel panorama teatrale italiano, come ricorda Roberto Tarasco: «grazie a quello spettacolo il teatro è diventato il nostro lavoro definitivamente, e il Teatro Settimo una vera azienda.

Read More

I laboratori migranti con Valenza Teatro Social Club

Proseguono i laboratori migranti a cura di Valenza Teatro Social Club e Kaizencoop al Teatro Sociale di Valenza (AL) in collaborazione con l’Istituto, a seguito dei primi weekend di Awareness Time realizza nei mesi precedenti. Il percorso “Verso dove andare” viene realizzato con cadenza settimanale e vede la presenza di un gruppo di giovani migranti coinvolti attivamente nella pratica teatrale. Ecco alcune delle immagini realizzate da Walter Zollino nell’ultimo incontro di domenica 25 marzo 2018.

Read More

La consapevolezza della cura: laboratorio con ASLTO5

Sabato 21 aprile 2018, dalle 15.30 alle 19 saremo ospiti dell’ASLTO5 presso gli spazi dell’Ospedale San Lorenzo di Carmagnola. Sarà proposto il laboratorio “La consapevolezza della cura” a cura di Gabriele Vacis e Roberto Tarasco.

Read More

Il video del primo raduno delle Scuole – Cuore/Tenebra

Ogni settimana, dal lunedì al venerdì, stiamo portando le pratiche teatrali dell’Istituto all’interno delle diverse Scuole superiori di Torino, Novara e Settimo. Giovedì 1 marzo abbiamo realizzato il primo “raduno” facendo incontrare gli studenti delle Classi coinvolte al Teatro Carignano (Torino), il teatro dove debutterà lo spettacolo “Cuore/Tenebra” dal 22 maggio al 10 giugno 2018 per il Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale. Condividiamo alcuni frammenti video realizzati durante la mattinata insieme. Il prossimo “raduno” sarà il 27 e il 28 marzo alle Fonderie Limone con un’intera giornata insieme.

Senza perdere la tenerezza: su “Riso amaro” (Laboratorio Teatro Settimo)

Il cinema come serbatoio di immagini e caratteri, paesaggi e nostalgie, e non tanto di trame ovvero soggetti di facile presa sul pubblico. Una fonte di ispirazione, così come la letteratura ovvero l’attualità o la viva realtà della periferia torinese. Ecco allora che il celebre film di Giuseppe De Santis che, nell’Italia dell’immediato dopoguerra – siamo nel 1949 -, appassionò il pubblico alla tormentata vicenda della mondina “irregolare” Silvana Mangano disgraziatamente innamorata del furfante Vittorio Gassman fino al tragico epilogo, innesca narrazioni e riflessioni saldamente impiantate nel presente.

Read More

Dai laboratori migranti “Verso dove andare” – Valenza Teatro Social Club

Il secondo appuntamento del laboratorio di Valenza, Verso dove andare, ha trovato la musica come elemento di incontro. Ha aperto i lavori Michele, con alcuni esercizi sul ritmo, per prendere il ritmo, e di lì si è scoperto che Ibrahim scrive canzoni rap in francese, Godbless canta brani d’amore in inglese e Adam e Steven intonano insieme, uno musulmano e l’altro cristiano, brani della tradizione gospel.

Read More

Awareness, tutto alla fine iniziò da questa parola – Dal diario di Divine

Ricordo ancora il primo giorno in cui questo percorso iniziò, mi sarei potuto aspettare di tutto, anzi, vi dirò, mi aspettavo di tutto, ma quando dico tutto mi riferisco a semplici cose alla fine, mi riferisco a me, anzi a me e alla mia classe recitare un semplice copione, e sinceramente per come siamo fatti noi, anche questo in un certo senso era troppo. Imparare cose a memoria non era per noi, noi siamo persone vivaci ecc. ma alla fine se si parla di teatro che altro avrei potuto immaginare? Sicuramente non che ci saremmo messi a camminare, ed invece facemmo proprio questo, camminammo, e posso dire che è vero, all’inizio rimasi davvero stravolta da questa cosa, era una cosa davvero molto strana, e non solo per me, ma per ognuno della mia classe.

Read More

I laboratori di Valenza Teatro Social Club

Condividiamo il primo video a cura di Walter Zollino sul laboratorio insieme ai migranti di Kaizencoop e al gruppo Valenza Teatro Social Club; dopo i primi incontri insieme all’Istituto il gruppo sta realizzando un percorso settimanale di avvicinamento alle pratiche del teatro e alle tematiche legate a Cuore di De Amicis e Cuore di Tenebra di Conrad. Il percorso è a cura di Luca Gwynplaine Zilovich, Maria Rita Lo Destro, Michele Puleio, Eleonora Criscuolo.

Quella volta in cui ho avuto paura – Dal diario di Anna

L’episodio che sto per raccontare non descrive di certo la volta in cui ho avuto più paura in assoluto, ma solo una volta in cui ne ho avuta tanta, o almeno abbastanza da ricordarmela. Quel giorno ero in vacanza a Parigi con la mia famiglia e stavamo camminando verso un museo di cui non ricordo il nome. Avevo sette anni, ma mi ricordo molto bene di essermi fermata a fissare una vetrina di un negozio di scarpe e, senza staccare gli occhi dal vetro, chiesi a mia madre un’ opinione su un paio di scarpe parecchio strane.

Read More

A cosa serve la scuola oggi? Dal diario di Chiara

Sono sempre andata a scuola, fin da piccola, sinceramente non riesco a immaginare la mia vita senza; la prima cosa che mi ha insegnato è stato leggere. Ho sempre amato leggere perché grazie ai libri riuscivo a entrare in mondi magici dove la mia fervida immaginazione poteva viaggiare e mi sentivo parte di qualcosa di più grande, di importante.

Read More

Cercare un respiro comune

Stiamo proseguendo i nostri laboratori Cuore/Tenebra nelle Scuole Superiori di Torino, Settimo e Novara. Qui potete trovare il “frammento di un discorso” insieme alla Classe dell’Istituto Boselli di Torino subito dopo le ore di laboratorio pratico in palestra. In questo frammento potrete ascoltare il confronto tra gli allievi della Classe sul lavoro che stiamo portando avanti con le pratiche teatrali legate alla consapevolezza.

Danzare sulle macerie del passato. Su Istinto Occidentale (1988)

Lo sguardo del Nord America sul continente europeo: se Nel tempo tra le guerre adottava e riformulava un punto di vista e un immaginario precipuamente latinoamericani, questa seconda parte del progetto Dura madre mediterranea è costruita partendo dalla biografia e dalle opere di quegli artisti americani che, nei vent’anni trascorsi fra la Prima e la Seconda guerra mondiale, attraversarono l’oceano Atlantico attirati dalla vitalità della – ancora per poco – democratica Francia. Laboratorio Teatro Settimo, in particolare, sceglie quale motore per la costruzione dello spettacolo Tenera è la notte di Francis Scott Fitzgerald, ma, puntualizza la compagnia nel programma di sala: «non è stata l’immagine stereotipata della Parigi dell’età del jazz a guidarci, né il Fitzgerald della Costa Azzurra, dei ricchi irrequieti, delle piscine illuminate.

Read More

Gli appuntamenti di febbraio e marzo 2018

Vi raccontiamo le ultime novità sull’Istituto. Dopo la ripresa di gennaio con i weekend realizzati a Moncalieri (TO) e a Valenza (AL) questo Sabato 10 e Domenica 11 febbraio 2018, dalle 15.30 alle 20.30, ci sarà l’ultimo Awareness Time insieme ai migranti della Coop. Le Soleil (Torino) e a tutti gli interessati.

Read More

Quanti modi abbiamo per incontrare qualcuno? Laboratori Cuore/Tenebra

Siamo alla seconda settimana di laboratori nelle Classi. Tutto il gruppo di Apprendisti Conduttori ravviva le ore dei ragazzi dalle prime luci del giorno. Oltre alle pratiche teatrali abbiamo proposto alcune “regole del gioco”. Gli studenti possono scegliere se seguirne alcune o tutte: scrivere un Diario personale e dettagliato del tempo insieme; selezionare la propria playlist musicale caricandola su Dropbox; realizzare foto e video con una GoPro; aiutarci nella diffusione delle pagine social media del progetto.

Apriamo una casella di posta e condividiamo tutte le altre possibilità web (Dropbox, Facebook, Instagram…). I ragazzi reagiscono con disinvoltura alla proposta: ci osservano con attenzione e interagiscono con noi. Ora non ci resta che ricevere i materiali, primi tra tutti i Diari dei ragazzi. Attendiamo: nei primi istanti la casella di posta si presenta vuota, abbiamo il timore che possano essere inibiti da così tante richieste nonostante l’entusiasmo iniziale. Passano i giorni e la prima insegnante con cui ne parliamo è Enrichetta del Liceo Gobetti che ci chiarifica la situazione: “Stiamo lavorando in Classe sulla scrittura dei Diari. Posso inviarvi anche i miei testi?”. Non è bastato il tempo di rispondere, riapriamo la caselle di posta e siamo sommersi dalle mail dei ragazzi e da quelle di insegnanti come Enrichetta. Tra questi c’è Matteo che ci racconta uno dei primi momenti in cui ci ha incontrato:

Read More

Awareness Time a Valenza (AL)

Siamo di ritorno dal weekend Awareness Time realizzato a Valenza (Alessandria). Venerdì 2 febbraio abbiamo incontrato il poeta Yves Bergeret con l’incontro pubblico “Quale cantiere per la parola?”, abbiamo proseguito sabato 3 e domenica 4 febbraio con i laboratori sulle pratiche della Schiera e delle sue infinite variazioni insieme ai ragazzi migranti legati a Kaizencoop. Il fotografo Walter Zollino ha realizzato il video reportage delle ore passate insieme. Vi lasciamo al suo video con le parole di Vacis sul nuovo progetto di spettacolo Cuore/Tenebra a partire dalle esperienze laboratoriali dell’Istituto.

Un frammento dall’Awareness Time di Valenza (AL)

Siamo di ritorno dal weekend Awareness Time realizzato a Valenza (Alessandria). Venerdì 2 febbraio abbiamo incontrato il poeta Yves Bergeret con l’incontro pubblico “Quale cantiere per la parola?”, abbiamo proseguito sabato 3 e domenica 4 febbraio con i laboratori sulle pratiche della Schiera e delle sue infinite variazioni insieme ai ragazzi migranti legati a Kaizencoop.

Quale cantiere per la parola? Incontro con Gabriele Vacis e Yves Bergeret

Nel prossimo Awareness Time saremo a Valenza (AL) in collaborazione con Valenza Teatro Social Club e le comunità migranti legate a Kaizencoop confermando il percorso già attivato nei mesi precedenti con gli stessi migranti che hanno seguito diverse sessioni laboratoriali tra Valenza e Torino. Il weekend inizierà Venerdì 2 febbraio, alle ore 18, con “Quale cantiere per la parola?”, evento pubblico sulle migrazioni promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Valenza (AL) insieme al regista Gabriele Vacis e il poeta Yves Bergeret. L’incontro sarà realizzato al Centro Comunale di Cultura di P.zza XXXI di Valenza (AL).

Read More

Si parte! I laboratori Cuore/Tenebra nelle Classi

Vorremmo proporre i laboratori Cuore/Tenebra in sei Scuole Superiori di Torino, Settimo e Novara. In pochissimi istanti coinvolgiamo docenti, presidi, genitori e adolescenti nella partecipazione delle attività dell’Istituto proponendo un percorso di pratiche teatrali. Accettano la sfida e siamo pronti per l’inizio: da gennaio a maggio ci accoglieranno ogni settimana. Saremo Compagni di Scuola di un intero semestre scolastico abitando palestre, aule magna e sale scolastiche. Un altro aspetto fondamentale: coinvolgeremo una sola Classe per ogni Scuola; ve le nominiamo: Liceo Classico D’Azeglio (Torino), Istituto Boselli (Torino), Primo Liceo Artistico (Torino), Liceo Gobetti (Torino), Istituto 8 Marzo (Settimo Torinese) e Convitto Carlo Alberto (Novara).

Read More

Riprendono le attività dell’Istituto (2018)

Dal 2018 le attività dell’Istituto si estendono in differenti contesti della città di Torino e della Regione Piemonte. Da metà gennaio stiamo incontrando settimanalmente sei Classi delle Scuole Superiori (Torino, Settimo e Novara) in occasione dei Laboratori Cuore/Tenebra, un percorso sulle pratiche teatrali e sulla consapevolezza in prospettiva dello spettacolo Cuore/Tenebra (regia di Gabriele Vacis e allestimento di Roberto Tarasco) che debutterà dal 22 maggio al 10 giugno 2018 al Teatro Carignano di Torino prodotto dal Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale.

Read More

Ab origine: laboratori per “essere” e non “fare” teatro (3)

Nell’estate del 1989 Laboratorio Teatro Settimo proseguì il proprio progetto Dura madre mediterranea scegliendo non tanto di allestire un nuovo spettacolo – dopo le prime due tappe che coincisero con la messa in scena prima di Nel tempo tra le guerre, poi di Istinto occidentale, che avevano debuttato, rispettivamente, l’estate precedente al festival di Santarcangelo e nel dicembre 1988 – bensì di prendersi tempo e di vivere due soggiorni di studio e di lavoro, il primo a Montalcino, in Toscana, dall’1 al 16 luglio, e il successivo a Drena, in provincia di Trento, dal 24 luglio al 6 agosto.

Read More

Buon Anno dall’Istituto

Luca Tironi ha scritto un bellissimo messaggio sulla sua pagina Facebook “Il dono del Re Leone”. Luca segue da tempo le attività dell’Istituto, oltre a ringraziarlo adottiamo le sue parole come augurio rivolto a tutti quelli che nel 2017 abbiamo incontrato.

Read More

PRENDERSI TEMPO E RESPIRO: IL LABORATORIO TEATRO SETTIMO (2)

Non tanto – o, meglio, non soltanto – uno spettacolo pensato già “concluso” e pronto per repliche e tournée, quanto un primo approccio, la tappa d’esordio di un percorso progettuale complesso denominato Dura madre mediterranea. Vacis, Curino e Tarasco, ideatori del progetto, nel testo di presentazione, definirono Nel tempo tra le guerre «un prologo a due spettacoli ispirati ai mondi di G.G. Marquez e F.S. Fitzgerald. […]

Read More

Le interviste del Loggione – Supplici a Valenza

Vincenzo Pirrotta e Gabriele Vacis raccontano le migrazioni di oggi attraverso Supplici, il testo di Eschilo che si intreccia con le tragiche testimonianze dei migranti.
Walter Zollino ha realizzato il video “Le interviste del Loggione” per il Teatro Sociale di Valenza diretto da Roberto Tarasco in occasione della replica di Venerdì 1 dicembre 2017.

 

Punti di partenza: il Laboratorio Teatro Settimo (1)

In questi mesi abbiamo avuto molti osservatori durante i laboratori “awareness”. In alcuni casi sono diventati i “diariobordisti” sul nostro sito contribuendo al racconto di ciò che stava accadendo, in altri “ottimi interlocutori” per comprendere come indirizzare il lavoro ricordando i punti di partenza ovvero le radici dell’Istituto. Tra questi ultimi c’è Laura Bevione, insegnante di Lettere e critica teatrale per Hystrio (Milano) e PAC Culture (Roma).

Read More

“Imparare a costruire insieme”, a Novara con le Comunità di Sant’Egidio e Santa Lucia

A Novara c’è un teatro, il Faraggiana, che volevano trasformare in un multisala cinematografico. In controtendenza a questa destinazione, un gruppo di artisti e operatori culturali porta avanti una battaglia per salvaguardare la visione di una politica da “Slow Movement” non solo basata sul commercio ma anche sulla cultura diffusa e sulla costruzione di una comunità. Il gruppo vince questa battaglia, fa nascere la Fondazione Nuovo Teatro Faraggiana, lo riapre alla città e ne fa un luogo di incontro per la cittadinanza attraverso proiezioni cinematografiche, spettacoli, attività e laboratori con le scuole.

Read More

“Arrivati in Italia”, i colloqui a Settimo insieme ai ragazzi del Centro d’Accoglienza Fenoglio

Dopo Valenza il nostro viaggio prosegue a Settimo alla Biblioteca Archimede, un tempo sede della fabbrica di vernici Paramatti. In una delle sale ai piani superiori i videomaker di Indyca allestiscono il luogo con il fondale nero e tutta l’attrezzatura che occorre alla buona riuscita del set video. Abbiamo ricontattato Beppe, l’educatore del Centro d’Accoglienza Fenoglio (Settimo) gestito dalla Croce Rossa Italiana, che ha proposto insieme alle sue collaboratrici Flavia ed Elena un calendario di incontri con i ragazzi migranti arrivando in pochi giorni a circa una ventina di persone.

Read More

Il video racconto di Walter Zollino a Valenza

Il video racconto di Walter Zollino sulle giornate di Awareness Time al Centro San Rocco di Valenza in collaborazione con la Coop. Kaizen (Valenza) e Coop. Senape (Casale Monferrato). Gabriele Vacis racconta il Progetto Migranti dell’Istituto.

In trasferta a Valenza, la cittadina degli orafi

In questi giorni siamo stati a Valenza, un’ansa del fiume Po al confine tra il Piemonte e la Lombardia; per molti la cittadina degli orafi. Abbiamo invitato alcune comunità migranti agli “Awareness Time”, i laboratori sulle pratiche teatrali che, per semplicità, chiamiamo Schiera.

Read More

Riprendono le attività dell’Istituto

Riprendono le attività dell’Istituto con “Awareness Time”, naturale proseguimento dell’Awareness Campus. Il metodo di apprendimento applicato si fonda sull’esercizio costante e rigoroso della consapevolezza (awareness) e dell’attenzione, tramite la pratica dell’azione fisica, vocale e della narrazione, e quindi sulla pratica della Schiera.

Read More

Il progetto Zero Favole: conversazione con Stefano Masotti

Stefano Masotti è psicologo clinico, psicoterapeuta e operatore teatrale. Da diversi anni utilizza le pratiche del teatro in ottica educativa, formativa e terapeutica. Con l’ass.ne ZeroFavole di Reggio Emilia si occupa di etica ed estetica delle condizioni differenti.

Read More

Occupy Campus: ATIR e Coop. Comunità Progetto (Milano)

Abbiamo incontrato la compagnia milanese ATIR (Arianna Scommegna, Mattia Fabris e Nadia Fulco) insieme alla Coop. Comunità Progetto di Milano. Gabriele Vacis ha lavorato con loro all’interno del progetto “Gli Spazi del Teatro”, progetto d’inclusione sociale, presentando lo spettacolo “Chi sei tu?” con queste parole:

Read More

Il campus incontra i ragazzi di Arte migrante

La prima settimana del campus si chiude con una festa insieme ad Arte Migrante, un ambiente che include più questioni: l’espressione artistica, l’aggregazione giovanile, l’integrazione sociale, il dialogo interculturale. 

Read More

Awareness Campus: l’inizio

Inizia il primo Campus dell’Istituto di Pratiche Teatrali per la Cura della Persona alle Fonderie Teatrali Limone (Moncalieri). I dipartimenti del campus sono diretti da Gabriele Vacis, Barbara Bonriposi e Roberto Tarasco. I partecipanti sono cinquanta tra giovani attori, medici, fisioterapisti, bloggers e professionisti di qualunque settore. Ecco alcuni momenti quotidiani di questi quindici giorni.

Read More

Vuoi rischiare con me?

In questo episodio parleremo di sogni. Italo Calvino ci racconta che le città come i sogni sono costruite di desideri e di paure. Alcuni dei nostri incontri avevano questi elementi narrativi. Per esempio Lamine che è arrivato da pochissimo a Torino anche se sogna di andare in Canada a fare l’avvocato.

Read More

Partire da turisti

L’Istituto lavora ancora sul set in Sala Pasolini, al Teatro Gobetti, in via Rossini. Ci viene a far visita Fartun. Nel 1992 viveva a Mogadiscio e amava suonare lo djembe. Era una ragazzina ribelle, come Antigone. A dodici anni usava il canto come forma di protesta e resistenza; ma nel suo paese, la Somalia, i clan erano in guerra tra loro e dire la propria era una follia. Così la famiglia la fa viaggiare nel 1993 con un visto turistico. Destinazione: Italia, la casa della zia.

Read More

Una straordinaria mescolanza

A furia di chiedere a Cristina (MAMRE) chi incontrare per i video, abbiamo scelto lei. Sarà la nostra prima ospite dei colloqui. Così prepariamo il setting nella Sala Pasolini del Gobetti al Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale.

Read More

Un’altra cosa, tutto qui

L’Istituto, per cominciare, lavorerà con MAMRE Onlus di Torino e con il Centro Fenoglio di Settimo.

MAMRE si occupa di salute mentale e intercultura, disagio sociale e mediazione culturale con persone migranti (http://www.mamreonlus.org/). Lavora in diverse parti della città. Intreccia legami e assistenza psicologica, dai gruppi di parola con le donne somale al teatro dell’oppresso con adolescenti di istituti professionali e con badanti moldave, fino alla supervisione rivolta a operatori sociali e insegnanti delle scuole.

Read More

L’Istituto di Pratiche Teatrali per la Cura della Persona non è facile dire cos’è. Per cominciare a capirci qualcosa vi raccontiamo cosa facciamo. Giorno per giorno. Un diario.